Guinea Bissau: il primo resoconto della missione di novembre

Guinea Bissau: il primo resoconto della missione di novembre

12277064_975435385812906_575631838_nUna nuova missione in Guinea Bissau è partita e abbiamo ricevuto il primo resoconto dalla Dott.ssa Costanza Tognon e dal Prof.Piergiorgio Gamba, con alcune foto che testimoniano i successi, l’impegno e la fatica, ripagate sempre dal sorriso dei bambini. Ecco il racconto dalla voce dei nostri Medici. Grazie!

——————-

Cari amici e sostenitori della Puzzle,
siamo di nuovo  in Guinea da qualche giorno (la Dott.ssa Costanza Tognon anestesista e il Prof.Piergiorgio Gamba chirurgo pediatra). Dopo un viaggio sufficientemente stancante (arrivo alle 5 e mezzo di notte), già dal pomeriggio di domenica 15 novembre abbiamo fatto il lunghissimo ambulatorio per valutare i casi da operare.

In quel pomeriggio abbiamo organizzato, a parte i possibili contrattempi e le inevitabili continue novità di Dionisio, 10 giorni di sala operatoria. La sera siamo stati inviatati a cena in Curia per la prima di una serie di incontri con la Curia, i responsabili della Clinica Bor e l’Università Jean Piaget, utili a capire la situazione attuale e gli eventuali sviluppi futuri sia in termini di materiale, sia di autonomizzazione della clinica, che di possibilità di nuove collaborazioni.

12273138_975435379146240_1259605210_nIl nostro viaggio è infatti dedicato , oltre che a operare casi difficili con il dott. Dioniso Cumba Chirurgo pediatra e la dott.sasa Paula  Co anestesista, a valutare lo sviluppo della Clinica e il processo di autosufficienza raggiunto dalla stessa.

Siamo, comunque, in Africa: mercoledì  stavamo operando e quando è stato addormentato il terzo paziente improvvisamente è mancata la corrente elettrica e anche il generatore di sostegno! Gli anestesisti (Costanza e Paula) e tutto il personale della sala si sono fatti in 4 a ventilare il paziente a mano (come si faceva 40 anni fa in Italia), ma dopo una lunga attesa abbiamo dovuto decidere di risvegliare il ragazzino e rinviare l’intervento ai prossimi giorni!

In compenso qui i bambini , oltre  che essere molto belli, sono di media molto pazienti e buoni  e  si fanno trattare da medici e infermieri con molti “meno capricci” dei bambini italiani.

Vi mandiamo alcune foto e vi aggiorneremo più avanti sugli interventi  eseguiti  e sui risultati raggiunti.

Grazie

Prof. Piergiorgio Gamba

s