Il Puzzle’s Day 2016…visto dal prato

Il Puzzle’s Day 2016…visto dal prato

puzzlesday2016_1Questo è un modo nuovo di guardare al Puzzle’s Day….già, proprio così, dall’altezza di un bambino di 2-3-4….X anni.

Insomma, prendete questo bambino e fatelo scendere dalla macchina in una conca. Dove? Su di un prato meraviglioso, circondato da boschi collinari e davanti a sé… cosa vede?

INFINITE POSSIBILITA’ di GIOCARE…

Dopo un pranzo veloce come piace ai bambini, seduti tutti vicini, senza genitori attorno, sono tutti schizzati sul prato perché ad accoglierli c’erano le bolle di sapone più grandi del mondo (H2O bolle). Le bolle si facevano inseguire sul prato, al suon di musica, tra gli stand e fin su nel cielo, dove si coloravano dei colori dell’arcobaleno grazie al SOLE che non abbandona mai la nostra Associazione!

Puzzle's Day 2016E mentre correvano all’inseguimento delle bolle, si svelavano le altre attrazioni che hanno reso la giornata indimenticabile e che hanno fatto sì che questa non fosse solo una festa, ma un vero e proprio luna park anzi…un Puzzle PARK!

Tanto per cominciare c’era un bersaglio gonfiabile GIGANTE (grazie a Gonfiabiland!), dove cimentarsi con calci super precisi a palloni che si attaccavano sul velcro. E si doveva pure fare la fila per tentare di vincere un pallone!

Che altro? Si potevano lanciare delle palle di spugna per buttare giù i bersagli di plastica, o delle palline per buttare giù le latte di metallo, o si potevano sparare i proiettili di gommapiuma per abbattere le lattine di alluminio.

Si poteva gareggiare con una pista di modellini di macchinine, ma anche cercare di capire la traiettoria di un nocciolina su di un piano inclinato per poi aprirla con un martello di legno!

Puzzle's Day 2016Per i più piccolini c’era pure una piscinetta piena d’acqua con le paperette da pescare con le canne di bambù e un piccolo castello gonfiabile con tanto di scivolo.

E che Luna Park sarebbe senza una ricompensa? Un punto alla volta, un bigliettino alla volta,  (“solo se sei proprio bravo nelle sfide”) e piano piano ne avevi un mucchietto, e così potevi scegliere un super gioco tra quelli esposti su carretti bianchi di legno come in un negozio di giocattoli!

E mentre gli adulti, dentro quella grande casa si divertivano, i bambini fuori giocavano a calcio, a tennis e correvano da tutte le parti per cercare le monete per giocare ancora!

Ma la cosa bella qual era? Il fatto che gli stand erano gestiti da serissimi ragazzi che mantenevano ordine e disciplina, imparziali e giusti nel consegnare i biglietti e ritirare le monete, già perché loro lo sentivano che gli era stata data una grandissima responsabilità.

Puzzle's Day 2016E mentre tu eri lì che li guardavi incantato ecco altri ragazzini (la nostra Puzzle’ Crew!) che spuntavano da ogni dove per chiederti di acquistare la loro mercanzia per Puzzle…tutto fatto con le loro mani: il tris con i sassolini di montagna, le piccole lanterne per Halloween, i braccialetti e tanto altro che ti faceva pensare con quanto amore e dedizione anche loro si fossero preparati a questo evento!

E come ormai da tradizione, a concludere il pomeriggio, c’è stata la gara delle torte in faccia…ma la cosa strana era che tutti, adulti e bambini, volevano entrare con la testa nel bersaglio per farsi prendere e leccare poi la panna montata!

“Questo è davvero il paradiso” diceva qualcuno! Eh sì perché poi c’era anche il popcorn e lo zucchero filato colorato fatti lì sotto il portico e i palloncini bianchi e rossi che sono volati lassù nel cielo come un desiderio grande che tutti i bambini possano ricevere la loro cura e non soffrire mai più!

Puzzle's Day 2016

s