Piccoli (futuri) volontari crescono

Piccoli (futuri) volontari crescono

Silvia, Federica e Silvia sono tre educatrici della parrocchia di San Bonaventura a Cadoneghe: qualche settimana fa ci hanno chiesto di portare la nostra testimonianza ad un incontro di fraternità con ragazzi di prima media per parlare del significato di fare volontariato e della nostra Associazione.
Abbiamo risposto con grande entusiasmo: seminare germogli di solidarietà tra i ragazzi e i giovani è da una parte una grande responsabilità, ma dall’altra è per ognuno di noi un’occasione per portare sempre a casa qualcosa di importante.
Ecco il racconto che le tre educatrici hanno scritto di questa ora trascorsa insieme, che ha unito magia e curiosità e possiamo dirvi che qualche germoglio è già spuntato. Piccoli (futuri) volontari crescono.

——-

All’interno del percorso che svolgiamo con i ragazzi avevamo in programma un incontro incentrato sul volontariato anche fuori dal centro parrocchiale. Ci è subito venuto in mente di chiamare Caterina e la sua Associazione poichè una delle nostre educatrici aveva partecipato ad alcuni blitz.
L’Associazione ha accolto positivamente l’invito a partecipare ad un nostro incontro. Sono venuti quindi a trovarci in un tardo pomeriggio un unicorno (Marta), un maiale (Elisa), due volontari (Leonardo e Gabriele), una psicologa (Benedetta), Silvia e Caterina.
Per rompere il ghiaccio abbiamo iniziato con un bel gioco in cui ognuno doveva dire un numero di proprie caratteristiche uguale al numero che usciva sul dado che gli veniva lanciato. Già durante questo gioco i nostri ospiti si sono presentati iniziando a raccontare cosa fanno ed hanno fatto per l’associazione. Finito il gioco ci siamo seduti in cerchio, pronti ad ascoltare le parole di Caterina mentre guardavamo le foto dei blitz in reparto sullo sfondo.
I ragazzi sono stati molto colpiti dalle foto e dalla semplicità con cui Caterina ha raccontato cos’è l’Associazione e cosa vuole portare in reparto. Durante l’intervento di Caterina si sono aggiunte le voci degli altri ospiti che hanno parlato di come le loro esperienze personali li hanno portati a far parte di questa ormai grande associazione.
Subito i ragazzi hanno capito che le persone che avevano davanti facevano qualcosa di veramente speciale. Poi quando è stato il momento di ascoltare le loro storie li abbiamo visti veramente incantati e meravigliati. Quasi nessuno di loro infatti conosceva questa Associazione! È stato bello l’intervento di Caterina che con parole schiette ha spiegato loro quanto in realtà sia semplice ma quanto ci arricchisca fare del volontariato! A volte ci basta solo portare un sorriso a qualcuno che ha avuto una brutta giornata. Noi educatrici siamo rimaste molto colpite e contente dalla reazione dei ragazzi. Li abbiamo visti molto felici e attivamente interessati tanto che uno di loro la sera stessa ci ha scritto ringraziandoci per l’esperienza ed esprimendo il desiderio di far parte anche lui un giorno di questa associazione! Ci sentiamo di ringraziare con il cuore tutti i volontari che ci hanno donato un pezzo della loro storia e ci hanno fatto capire quanto a volte sia semplice fare del bene!
Silvia, Federica, Silvia – educatrici

s