Quando il cuore scoppia di…voi!

Quando il cuore scoppia di…voi!

Ho ricevuto una mail l’altra mattina.
Una mail inaspettata.
Ero da poco arrivata in ufficio, ho scaricato la posta e tra le mails per Puzzle ho trovato questa…

La leggo e piango.
Brividi e pelle d’oca.
Tra queste poche righe c’è scritto tutto.
Tutto quello che neppure immaginavo.

So perfettamente che Puzzle sta facendo molte cose belle, che anno dopo anno conquistiamo sempre più cuori e che si comincia a parlare di noi.

So che con il progetto “Educatore”, con il progetto “Psicologa”, con i laboratori di arte terapia, con i “Blitz in reparto” diamo un sorriso momentaneo ai piccoli pazienti e ai loro genitori.

Non avevo mai immaginato tutto quello che le mie collaboratrici, i bambini della Puzzle’s Crew, gli animatori di Junior Camp, i volontari, gli amici e tutti i nostri sostenitori con il loro contributo, con la loro passione, con il loro cuore gigante possano in realtà donare.
Ho chiesto a questa mamma che mi ha inviato la mail se mi autorizzava a condividerla e mi ha dato il permesso!

La dedico a tutti voi che credete in me, in quello che porto avanti, che amate Puzzle al punto di mettervi in gioco, di metterci la faccia, di dedicare il vostro tempo e di destinate il vostro denaro.
La giro a voi perché dovreste essere orgogliosi di quello che fate ed avete fatto nel vostro piccolo per tanti bambini e per tanti genitori.

Grazie grazie grazie
Caterina

———————

Buongiorno,
sono la mamma di I. nato a gennaio 2016 a Padova con atresia esofagea e altre malformazioni al viso e alla schiena riconducibili ad una presunta sindrome di Goldenhar.
Siamo stati ospiti della Chirurgia Pediatrica di Padova per circa un mese.

In quel periodo ho avuto l’onore di conoscerVi, ho avuto il privilegio di vederVi lavorare con genitori e bambini..!!!

All’inizio, quando sono stata letteralmente scaraventata in quel mondo, pensavo di essere alle porte dell’inferno…Dio quanta sofferenza!!! Ho pianto così tanto che pensavo di aver esaurito le lacrime.
Poi, circa un mese dopo, quando si chiuse la porta del reparto alle mie spalle mi sentii libera; libera di essere la mamma del mio bambino che avevo così tanto desiderato. Oggi a distanza di 2 anni guardo il mio I. e vedo che la strada per noi è ancora lunga ma che senza di Voi non sarei qua a coccolarlo e a riempirlo di baci ogni giorno di più.

In quel reparto non ho voluto lasciare la foto del nostro piccolo guerriero, non me la sono sentita!

Per il mio trentesimo compleanno ho deciso di devolvere in beneficenza alla Vostra associazione una piccola somma. Non è una grossa cifra ma è donata con il cuore. Un modo diverso per ringraziarVi per tutto quello che avete fatto per noi e che continuate a fare ogni giorno per altri bambini.
Se gentilmente mi mandate delle coordinate bancarie dove poter predisporre il bonifico e la causale da indicare.

Vi ringrazio ancora con tutto il mio cuore
R. mamma di I.

 

s