Quattro chiacchiere con….Dionisio Cumbà

Quattro chiacchiere con….Dionisio Cumbà

Il “nostro” Professor Piergiorgio Gamba ha incontrato Dionisio Cumbà, un medico chirurgo che da alcuni anni Associazione Puzzle sostiene con il progetto Guinea Bissau, per rivolgergli alcune domande sulla collaborazione sempre attiva e sulle necessità di Bor. Dionisio, infatti, si è laureato a Padova in Chirurgia pediatrica e ha deciso di esercitare la sua professione a Bissau, tra la sua gente e a loro portare giorno dopo giorno l’aiuto sanitario di cui hanno bisogno. Ecco cosa ci ha raccontato!

 

Progetto Guinea BissauIl sostegno di Associazione Puzzle, che è continuato anche per il 2013, in che modo pensi abbia contribuito al successo dell’attività a Bor?
R. La contribuizione del sostegno di Associazione Puzzle per Bor è di grandi importanza, sia per l’attività chirurgica sia per quella didattatica. Quest’anno sono stati finanziati tre missioni mediche, che hanno contribuito ad incrementare la statistica degli interventi chirurgici realizzati e a dare formazione al personale medico ed infermieristico dell’ospedale.

Pensi che il tipo di sostegno che è stato dato (Missioni operatori specializzati) sia la forma migliore di aiuto o pensi ne possano esistere altre o che questa vada modificata?
Il sostegno attraverso le missioni, a mio avviso, è la miglior forma di aiuto per contribuire allo sviluppo sanitario che abbiamo proposto come obbiettivo da raggiungere.

Come pensi si possa incrementare e migliorare l’attività alla clinica Bor, in particolare su quali aspetti pensi si possa lavorare per far raggiungere l’autonomia alla Clinica?
Per migliorare e incrementare, bisogna privilegiare la formazione del personale, che penso sia l’arma vincente per poter arrivare all’autonomia della clinica.

ClinicaPensi che i bambini che avete operato a Bor siano operabili in altri ospedali del tuo Stato, la Guinea Bissau?
In tutta la Guinea Bissau non esiste nessun altro ospedale con un chirurgo pediatra specializzato. I bambini che sono stati operati in questi tre anni di collaborazione con la Chirurgia Pediatrica di Padova e grazie anche al sostegno di Associazione Puzzle, sono bambini che erano in attesa della famosa “junta medica”, che è una specie di commissione medica che decide di inviare il bambino all’estero (in Portogallo), dopo una discussione, ma sopratutto dopo una somma in denaro che devono versare i genitori.
Molti di questi genitori non hanno nessuna possibilità economica di poter sostenere questi costi e, di conseguenza, i bambini rimango in attesa e purtroppo muoiono. Tanti sono stati operati nella nostra Clinica grazie alle missioni mediche in questi tre anni ed erano bambini con patologie molto complessi che difficilmente sarebbero stati operabili in altri centri in Guinea.

 

Grazie ancora a Piergiorgio Gamba e a Dionisio!

s