Festa del Bambino: a ciascuno la sua emozione

Festa del Bambino: a ciascuno la sua emozione

Dopo il racconto di Davide Stanga Stanghellini che ci ha fatto sorridere e commuovere insieme, abbiamo voluto raccogliere le emozioni di alcuni tra i partecipanti alla Festa.
Ciascuno ha risposto racchiudendo in poche righe le emozioni e i ricordi di una giornata del tutto particolare: grazie a Laura, Caterina e Silvia che hanno condiviso con noi i pensieri di questo dì di festa!

——-


La nuova storia di Davide – 
Laura

1 Maggio 2017, un viaggio tra colline sconosciute dove ci si va solo perché c’è uno scopo preciso…lo scopo era chiaro…incontrare Davide, ascoltare Davide, capire come un essere possa essere contemporaneamente così piccolo e potente…

Nel campo da calcio, minacciato da nuvoloni gonfi, eccolo spuntare da uno scivolo…Davide ride, Davide gioca, Davide si presenta, Davide saluta…Davide scrive ancora una volta la sua storia.

La sua nuova storia parte da oggi, da una bellissima festa, da un intero paese che si stringe intorno a lui, da gente che arriva da lontano, da gente che ha lavorato sodo per dare il suo contributo…le mamme della classe, le associazioni di volontariato, la chiesa, il comune, la banca…e si capisce come la dimensione umana prende forma qui, dove la semplicità delle piccole cose conta più di qualsiasi gesto…

L’orgoglio di un paese dove tra le patate e le ciliegie crescono grandi persone, coccolate da queste colline e dall’affetto di tante persone…dove da una grande sofferenza nasce un grande amore…

Sei forte Davide!

Ancora una volta CON e PER… – Caterina

1 Maggio 2017 una festa bellissima, organizzata da persone meravigliose…un intero paese che si è mosso per Davide e per la nostra Associazione! Davvero incredibile!! Una giornata che si è conclusa con un acquazzone e con un ARCOBALENO…simbolo di quello che ha rappresentato per me! La meraviglia che poi pian piano svanisce ma che ti lascia dentro tanto. Ma talmente tanto che ti senti quasi sopraffare…MAGNIFICO! Bello talmente tanto che vorresti condividerlo con chi non c’era, con chi avresti voluto ci fosse…ma il riverbero resta negli occhi e nel cuore di chi insieme a me l’ha vissuto.

CON Vestenanova PER Puzzle…con e per…le solite due preposizioni semplici che vogliono dire tutto! Un grazie di cuore a Davide che ha permesso tutto questo, con la sua storia, con il libriccino, con la sua famiglia, con i suoi mitici fratelli, con le associazioni del territorio, con la proloco, con l’amministrazione comunale, con la parrocchia, con i compagni di classe e le maestre di Davide, con tutte le persone che hanno partecipato a questa festa…per i bambini, per Puzzle, per la chirurgia pediatrica di Padova. Siete fantastici! Davide sei fortissimo!

 

Lunedì c’era tutto, c’erano tutti – Silvia

Lunedì c’era tutto. C’era la solidarietà. C’era la gioia. C’era la condivisione. C’era la vita. C’era la speranza. C’era il sorriso. C’era la commozione. C’era la fatica. C’era la soddisfazione. C’era la pioggia. C’era l’arcobaleno.

E soprattutto c’erano tutti. C’era una comunità nel senso più stretto della parola. Tante persone unite e mosse dall’unico desiderio di stare insieme, per Davide. Per lui. Per il suo prezioso Libriccino. Per la sua storia. Per la speranza che lui rappresenta, non solo per chi soffre nel fisico, ma soprattutto per chi soffre nel cuore. Per chi non crede più che le cose semplici possano muovere le montagne. Per chi non crede più nei sogni e non ne fa più motivo di vita. I sogni, a volte l’unico appiglio per non arrendersi e continuare a pensare che un futuro ci sarà. Come per Davide che da quando è venuto al mondo combatte la sua grande lotta per la vita. Con il sorriso. Con l’entusiasmo. Con la tenacia di chi mai molla.

E forse è proprio questo che più di ogni altro mi sono portata a casa: la certezza che sentimenti puri e disinteressati esistano ancora e ancora possano legare le persone. La speranza che Davide possa entrare in ognuno di noi, curare la durezza dei nostri cuori e spazzare via la polvere dai nostri sogni. Il desiderio che Davide continui a contagiarmi con la sua unicità.

Grazie Davide.

s